Tuesday, July 25, 2006

Sul treno

Continuo ancora a parlare del weekend in Liguria ma questa volta del viaggio di ritorno. Non voglio descrivere le condizioni del viaggio, perchè sono state identiche a quelle dell'ultima volta che ho preso il treno per rientrare a Milano, ma bensi di alcuni episodi che sono accaduti sul treno. Il nostro gruppo era formato da otto persone, io e i miei amici giapponesi, e abbiamo occupato due scompartimenti, sedendoci cinque in uno e tre nell'altro vicino (io in quest'ultimo). Ben presto il treno si è riempito fino a scoppiare e i malumori dei viaggiatori sono cresciuti velocemente. Quando ho ceduto il mio posto ad una signora mi sono piazzato di fronte allo scompartimento degli altri ragazzi dove oltre agli altri della mia comitiva c'era seduta una ragazza che discuteva con le sue due amiche sedute sui seggiolini da corridoio; ben presto mi sono accorto che le ragazze stavano parlando dei miei compagni di viaggio ma in modo scortese, non mi va di riportare le parole esatte ma erano disappunti sul fatto che loro erano comodamente seduti o criticavano i loro modi di fare. Successivamente sono saliti due signore e poi ancora altre tre ragazze e si è verificata la stessa cosa, ho sentito spiacevoli commenti e alcuni molto offensivi. Ovviamente tutti ignoravano che io ero con i ragazzi giapponesi perchè mi limitavo a stare zitto ed ascoltare, ma mi sono preso la soddisfazione di vedere le loro facce imbarazzate quando dopo un po ho iniziato a parlare con i miei amici e si sono resi conto della magra figura che avevano fatto.

8 commenti:

dearwanda said...

ciao tommy,
a volerci fare caso, come mi sforzo di fare io, ci si rende conto di quanti razzisti e provinciali ci siano in italia. A me sinceramente viene da piangere...Grazie a dio che siamo ricchi e non dobbiamo litigarci il pane se no quella che loro credono essere ironia o sberleffo si rivelerebbe subito per quello che e', disgustoso pregiudizio razziale!

Eulinx said...

Avrei voluto vedere le facce di questi mentecatti quando hai iniziato a parlare con i tuoi amici.
Che tristezza, tutte queste menti piccine piccine...

sonia said...

ciao tommy...un saluto veloce oggi, a presto! la tua partcipazione di ieri è stata molto gradita!

tommy said...

Ciao Sonia, grazie per essere venuta sul mio blog. L'idea della rosa è stata molto bella. A presto.

tommy said...

> dearwanda: Da quando vivo a Milano mi sono reso conto di quanto difficoltà devono affrontare gli stranieri in Italia, sicuramente non è il paese che li può accogliere meglio. Sono però convinto che episodi del genere si possono verificare in qualsiasi parte del mondo, questo tipo di persone purtroppo si trovano ovunque.
> eulinx: le loro facce... uno spettacolo

dearwanda said...

ciao tommy,
sono totalmente d'accordo. Anche sulla rosa di Sonia, e' stata adorabile!!

Teo said...

Ciao Tommy, finalmente riesco ad essere anch'io sul web..

Due bellissimi post.

Hai ragione nel dire che cose di questo genere succedono in ogni parte del mondo. Sicuremente fa tristezza e un po' di pena verso quelle persone dalla "mente piccina piccina" (vedi eulinx)

tommy said...

Ragazzi io sono in una situazione di transizione. Sto traslocando ma ancora la mia nuova casa non è operativa. Sto dormendo da un amico e non posso collegarmi a internet.