Monday, July 24, 2006

Bianca come una... Giapponese

Venerdi sera dopo aver finito con il trasloco di Taro, stremato ricevo una proposta che non riuscivo a credere, un invito per una gita al mare da parte degli amici di Taro. Quando qualcuno di loro ritorna in patria organizzano sempre qualcosa di particolare per salutarlo, e questa volta in occasione della partenza di Ishinn hanno organizzato un viaggetto. Io che sognavo il mare da due mesi non ci ho pensato due volte e così mi sono ritrovato sabato mattina in un bel gruppo di sette giapponesi e con solo io italiano a Riomaggiore nelle Cinque Terre... in reltà sembravo una guida turistica.
Il posto è molto bello e romantico; appena sono sceso dal treno il mio corpo ha subito reagito all'aria del mare in cui ha vissuto da quando sono nato (io sono Calabrese) e mi sono sentito rinascere.

In completo stile giapponese tutto è stato perfettamente organizzato: un intero appartamento arredato con tre stanze soggiorno e cucina per passare la notte, spesa per la cena, bibite per la spiaggia, regalo per Isshin, biglietto del treno per il ritorno etc. Mi è sembrato però tutto un po troppo schedulato, molte volte ho sentito la domanda: 今 何時 ですか (che ore sono adesso?).

In spiaggia poi ho scoperto che in Giappone per le ragazze l'abbronzatura non è considerata per niente sexy come da noi in Europa, al contrario, quando vanno al mare usano creme protettive per evitare il più possibile l'abbronzatura, la pelle chiara per le ragazze è decisamente quella preferita; anche se le ragazze giovani, influenzate dall'occidente, tendono a pensarla diversamente.

In spiaggia io da vero italiano in vacanza mi sono steso al sole con l'intenzione di non muovere un solo dito, gli altri ragazzi invece si sono messi al lavoro per sistemare i grossi massi della spiaggia in modo da formare un'area piana, e hanno lavorato per un'oretta sotto al sole... allora mi sono reso conto che è più forte di loro e non riescono a stare senza lavoare.


E' stato un weekend piacevolissimo, divertente e molto rilassante, a parte qualche medusa di troppo; ne avevo veramente bisogno in città stavo impazzendo, mi fa piacere che loro mi invitano per queste occasioni, io mi diverto tanto.

Domenica sera poi dopo una cena al ristorante cinese abbia fatto l'Ipponnjime ossia una sorta di saluto e di compiacimento della buona riuscita di qualcosa fatta in gruppo: in pratica il leader o l'anziano del gruppo grida: "YOOOOO" e tutti gli altri rispondono con un solo colpo di battito di mani.

Where: Riomaggiore

3 commenti:

Eulinx said...

Per un'oretta sotto il sole a spostare massi? Appoggio la tua italianità!

Che bel mare...sigh!
: (

dearwanda said...

ciao tommy,
ero sicura di aver postato un commento stamattina....bellissima storia, complimenti! quando ai ragazzi giapponesi che si mettono subito all'opera quando sono in gruppo e' verissimo. Mi chiedo una cosa pero', perche' c'eri solo tu di indigeno nel gruppo?

tommy said...

eulinx: E si propio bello il mare, vorrei tanto ritornarci sabato.

dearwanda: Mi sa che c'è stato un problema con blogger sui commenti.
Non è la prima volta che esco con questi ragazzi, li conosco da quando sono arrivato a Milano e mi sono già ritrovato in situazioni del genere.