Wednesday, February 07, 2007

La fabbrica del pericolo

Oggi ho dovuto sostenere la visita medica per il rinnovo della patente, sono già passati dieci anni dal mio esame di guida, effettivamente ne ho un ricordo lontano. Il rinnovo della patente consiste nella visita medica e ovviamente in marche da bollo, versamenti e nel mio caso quota per l'agenzia. Il tutto si è svolto nel seguente modo: appuntamento in agenzia alle 20, il medico è arrivato alle 20.30 alle 20.35, dopo sette persone prima di me ero fuori per la via di casa. Il medico non mi ha chiesto se soffro di particolari patologie, non mi ha visitato, mi ha fatto leggere quattro lettere due per occhio per la vista, non mi ha fatto la prova daltonica non mi ha misurato la pressione, non mi ha nemmeno parlato faceva tutto un assistente, il medico ha firmato il foglio temporaneo sostitutivo della patente (in attesa del tagliando da applicare sulla patente, tempo di attesa: tra un mese e un mese e mezzo) e basta, totale tempo: tra i 15 e i 20 secondi. Come me tutti gli altri, compresi alcuni signori anziani dai 60 in su. Ho compilato un'auto certificazione per dichiarare che non soffro di nessuna malattia, insomma ognuno è responsabile di se stesso, e allora che serve quella costosissima firma?

2 commenti:

Chiara said...

Che strano!
Io ho fatto la visita per prendere la patente nel 2004..e mi hanno fatto tantissime domande su malattie avute o sull'uso o non uso di sostanze stupefacenti.
Poi ho fatto anche una visita accurata della vista.
Non so se dipenda dal medico o invece dal fatto che,la tua era la revisione della patente e non l'autorizzazione a prenderla.

tommy said...

Quando ho fatto la vitia per la prima volta in effetti non è andata come l'ultima volta, in ogni caso rinnovo o no a me sembra una vergogna.