Thursday, January 17, 2008

Sposarsi in Giappone, parte 2

Ecco il seguito del primo post su come districarsi nella burocrazia italo-giapponese per sposare un cittadino giapponese in Giappone.
Siamo arrivati al punto in cui avete il certificato di avvenute pubblicazioni rilasciato dal vostro comune e lo avete già spedito via fax al consolato/ambasciata italiana in Giappone. Ora siete pronti! Potete partire per il vostro "viaggio per le nozze", mi raccomando il passaporto! Ma quello vi serve anche per partire quindi credo non ci siano problemi.
Arrivati in Giappone bisogna consegnare l'originale del certificato di avvenute pubblicazioni al conslato/ambasciata e visto il fax che avete inviato precedentemente il vostro certificato di capacità legale a contrarre matrimonio sarà probabilmente già pronto. Al comune giapponese dove vorrete sposarvi bisogna ritirare il modulo konnin todoke (noi lo abbiamo ritirato alle 22.30, in comune c'è sempre qualcuno anche la sera pr operazioni semplici e urgenti) che dovrete compilare in tutte le parti. Si tratta di scrivere i vostri dati e i nomi dei genitori (i vostri saranno trascritti in katakana). Muniti di konnin todoke compilato, certificato di capacità legale a contrarre matrimonio, e i vostri passaporti potete andare in comune per sposarvi. La cosa è abbastanza semplice non aspettatevi di incontrare il sindaco o l'ufficiale anagrafe, non si deve fissare un appuntamento, sarà come richiedere un qualsiasi certificato. Da questo momento siete ufficialmente sposati!

Però non è tutto finito, se non vi operate per richiedere la registrazione del vostro matrimonio in Italia il vostro comune non saprà mai che vi siete sposati in Giappone, come fare?
La comunicazione verrà effettuata dal consolato/ambasciata italiana al vostro Comune, quindi bisogna presentare domanda al consolato/ambasciata. Per la domanda servono due certificati da richiedere entrambi al comune dove vi siete sposati: il certificato konninntodoke syoumeisho e il nuovo Koseki Tohon; vi ricordate? Il Koseki Tohon è l'equivalente del nostro certificato di famiglia, visto che vi siete sposati avete creato una nuova famiglia e quindi bisognerà creare il nuovo per voi e modificare quello della famiglia del vostro coniuge.Il costo dei due documenti è legato al comune. Il primo dei due certificati vi verrà rilasciato subito, per il secondo ci vorrà circa una settimana.

Una curiosità: il
Koseki Tohon è composto da diverse pagine, una pagina per ogni componente della famiglia dove è riportata la "storia" anagrafica. Nel vostro nuovo Koseki Tohon ci sarà solo il vostro coniuge e i vostri figli, gli stranieri non vengono inseriti.

I due documenti vanno legalizzati con APOSTILLE presso l'ufficio del Ministero degli Affari Esteri (Gaimusho), lo stesso dove il vostro coniuge ha fatto legalizzare i propri documenti all'inizio; anche in questo caso si dovrà aspettare solo un giorno. La cosa positiva che non è richiesta la traduzione dei documenti (li farà il traduttore ufficiale del consolato), basta consegnare i due documenti legalizzati insieme ad un modulo di richiesta da compilare da parte vostra, scaricabile anche dal sito del consolato/ambasciata, e non è nemmeno richiesta la vostra presenza, i documenti possono essere conseganti dal vostro coniuge o possono essere inviati per posta.

Per la comunicazione al vostro comune però ci vuole circa un mese, quindi io vi do un consiglio: fatevi dare una copia legalizzata della traduzione del
konninntodoke syoumeisho dal consolato cosi lo potrete usare per la richiesta della carta di soggiorno.

Fonti: Mia esperienza, Consolato Generale d'Ialia ad Osaka, Unica's Japanese

Attenzione, le informazioni contenute in questo post sono soggette a variazioni. Verificate sempre tramite l'ambasciata o il consolato eventuali nuove disposizioni.

8 commenti:

nicolacassa said...

Grazie per il dettagliatissimo post!

IVITIRVS said...

Auguri!
Scusami per il ritardo...

Ma dovevi invitarmi alla cerimonia!

sayaka said...

AUGRONI!!
scusami in mega ritardo!
Ho visto la vostra foto al blog di nicola, e ho scoperto seguo da tanto (ma veramente da tanto!) il blog giapponese di tua moglie.(perche' ho visto foto uguale..)
adesso tutto collegato!
BIKKURI!!!

tommy said...

Grazie a voi a tutti!

Emanuele said...

Grazie per le informazioni molto dettagliate. Spero di sposarmi a Tokyo entro la fine dell'anno.

tommy said...

Tanti Auguri! Grazie a te.

Erica Urpi said...

Ciao ! Grazie per le tue preziose informazioni!!
Purtroppo siccome il mio compagno mi ha spedito i documenti che servono per ricevere le pubblicazioni di matrimonio senza apostille e senza traduzioni, che tu sappia posso ottenerle anche all'ambasciata giapponese in Italia ? O dovrò rispedire a lui i documenti ?

tommy said...

Ciao.
Purtroppo non saprei dirti se possono, ma vale la pena di chiamare l'ambasciata e chiedere direttamente a loro.
Auguri per l'imminente matrimonio!